Roccasecca finalista capitale italiana della cultura 2025

Dettagli della notizia

Roccasecca è tra i finalisti per la "Capitale Italiana della Cultura" 2025

Data:

20 Febbraio 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

Con grande gioia e orgoglio apprendiamo che la Giuria per la selezione della “Capitale Italiana della cultura” 2025 ha individuato i 10 progetti finalisti, tra i quali – insieme a città importanti e significative quali Agrigento, Aosta, Assisi, Asti, Bagnoregio, Monte Sant’Angelo, Orvieto, Pescina, e Spoleto - c’è anche la nostra Città! Un riconoscimento prestigioso ci che proietta tra le più interessanti e innovative realtà culturali dell’intero panorama nazionale.

Roccasecca, insieme a tutti i Comuni che ne hanno sostenuto la candidatura, risulta essere ufficialmente nella short list che contiene le 10 Città finaliste che concorrono per il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2025: una nuova tappa per il rilancio di questo territorio che già grazie ai bandi nazionali del PNRR sta ottenendo risorse assolutamente necessarie per il rilancio della nostra economia e per il ripensamento della nostra società.

Una notizia che arriva alla vigilia dell’inizio delle celebrazioni del triennio tomistico nel quale Roccasecca, terra di nascita di San Tommaso D’Aquino, si appresta a commemorare la canonizzazione, la morte e la nascita del Sommo Dottore Angelico, a cui la candidatura, con il suo titolo “Vocazioni”, è esplicitamente ispirata. Vogliamo in questo momento innanzitutto ringraziare tutti i 33 Comuni, a partire dal capoluogo di Frosinone e dalla istituzione provinciale connessa, che hanno sostenuto la nostra candidatura sin dall’inizio; rafforzare il legame con le Università e le imprese che hanno accettato di confrontarsi per dare una dimensione davvero nazionale e internazionale alla candidatura, a partire dal dialogo importantissimo con il Rettore dell’Università di Cassino; infine, ma non per importanza, rivolgere un abbraccio ideale ma molto affettuoso alle associazioni culturali che hanno collaborato attivamente alla stesura del dossier rendendolo credibile e concreto. Ancora una volta l’unione ed il lavoro collettivo favoriscono il raggiungimento dei più ambiziosi obiettivi: per noi arrivare a questo punto del percorso è davvero una straordinaria soddisfazione, che ci impone ora di prepararci al meglio per la presentazione che porteremo a Roma nei giorni alla fine di marzo. Tale nuovo orizzonte, in collaborazione con la Regione Lazio e con il Ministero della Cultura, avvia oltre alle celebrazioni di uno dei più importanti pensatori della storia, anche l’avvicinamento a quel Giubileo che costituirà per noi una occasione unica di promozione territoriale Il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e l’Amministrazione comunale tutta sono già al lavoro, in stretta collaborazione con Paolo Verri, direttore di candidatura già alla guida di Matera 2019 capitale europea della cultura, per preparare l’audizione pubblica presso il MIC prevista per il prossimo 21 marzo, giorno di San Benedetto. Condividendo le parole attribuite a San Tommaso D ’Aquino: “Non ci può essere gioia nella vita senza la gioia del lavoro” riprendiamo ora questo cammino per offrire ad un paese eccezionale come l’Italia nuove idee per un futuro basato su nuovi modelli culturali, inclusivi, sostenibili, di cui protagonisti dovranno essere i giovani della nostre regione e di tutta la penisola, che non vediamo l’ora di ospitare nelle molteplici prossime occasioni di progettazione e realizzazione degli oltre 50 progetti contenuti nel dossier.

Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco

Ultimo aggiornamento: 16/11/2023, 15:19

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri